Logo Tavolino magico

Chi ha conosciuto la vita di strada, vi rimane sempre vicino

In media, 845 persone che vivono col minimo esistenziale o al di sotto di esso si recano ogni settimana in uno dei quattro centri di distribuzione di Tavolino Magico nel centro di Basilea. Una di queste è Lilian Senn, una beneficiaria del centro di distribuzione nella Elisabethenkirche di Basilea.

La consegna degli alimenti alla Elisabethenkirche inizia ogni martedì mattina alle 9.30. Lilian Senn è sul posto ogni settimana. Riceve cibo per sé e per suo marito. Entrambi apprezzano molto questo servizio, anche perché lei, guida turistica della città per l’associazione Surprise, sa che cosa significa non avere nulla: Lilian ha infatti vissuto senza fissa dimora per quattro anni. È quindi certa: "Abbiamo bisogno di più centri di distribuzione di Tavolino Magico per sostenere le sempre più numerose persone in difficoltà finanziaria!"

Niente casa, niente lavoro – niente lavoro, niente casa
Lilian è aperta e comunicativa. Ben presto ha imparato ad arrangiarsi da sola. Ha passato i primi anni della sua vita in una famiglia adottiva fino a quando non è rientrata nella sua famiglia d’origine. All'età di 12 anni doveva già guadagnarsi da vivere. In seguito, ha completato quattro apprendistati, ha lavorato come fiorista, come autista di autobus, e ha gestito un ufficio del personale. "Non abbiamo mai avuto molto in famiglia e presto mi sono confrontata con l’indigenza. Volendo riscattami dalla povertà mi sono trasformata in una stacanovista; il mio obiettivo era guadagnare abbastanza per stare bene". Così si è sovraccaricata ed è finita in burnout accumulando vari debiti. Grazie al suo lavoro come autista di autobus a Zurigo è riuscita a rimettersi in carreggiata dal punto di vista finanziario. Ha cercato di ricominciare la sua carriera, ma ha fallito e si è trovata di nuovo in difficoltà economiche. Ha vissuto senza domicilio fisso a Basilea per quattro anni. “È un circolo vizioso", spiega Lilian, "una volta che hai perso il tuo appartamento, è difficile trovare di nuovo un lavoro. Ma senza un lavoro, è anche impossibile ottenere un appartamento".

Pierino nero, Surprise e Tavolino Magico
La salvezza della 64enne è stata formarsi come guida turistica sociale della città con Surprise ngo. Qui ha anche incontrato suo marito, che ha sposato nel 2019 – una storia d'amore che è stata anche pubblicata nella rivista di Surprise ngo. Dopo l’articolo, la coppia ha anche ricevuto offerte di appartamenti, quindi ora la coppia ha di nuovo un tetto sopra la testa. Lilian oggi è pensionata, e si guadagna un reddito extra facendo visite guidate della città. Il bilancio familiare è comunque tirato: "La fattura della cassa malati supera già il nostro reddito. Possiamo permetterci l'appartamento solo grazie alla cooperativa e alla riduzione dell'affitto. Ecco perché apprezziamo tanto anche l’aiuto di Tavolino Magico". Lilian ha avuto la carta di utente dal 2016 a Pierino Nero, un'associazione per il lavoro sociale di strada. Da allora, anno dopo anno, il centro di distribuzione della Elisabethenkirche è il suo appuntamento settimanale. Se non ci può andare perché deve fare una visita guidata della città, c’è suo marito che provve a ritirare gli alimentari. Entrambi sono entusiasti del team di volontari della Elisabethenkirche, sperano che rimanga per molto tempo e venga ampliato da giovani volontari.

Vittime di una società disfunzionale
Lilian si impegna anche per gli altri e ha una grande umanità: "Non pianifichiamo nessuna spesa extra settimanale finché non abbiamo il cibo che ci viene dato", dice. "In questo modo non sprechiamo nulla, e quello che non consumiamo lo regalo ai conoscenti poveri di Surprise ngo". Non vuole perdere il suo legame con la vita di strada perché "una volta che hai vissuto così, non puoi semplicemente voltare le spalle agli altri, il legame resta". Di una cosa è certa: le persone scivolano nel precariato perché la nostra società è disfunzionale. Lilian ha già condiviso la sua esperienza di vita ai suoi due figli – e ora la sta trasmettendo ai suoi sette nipoti.

Vi trovate in una situazione di difficoltà? Contattate uno dei nostri 1300 enti per servizi sociali e richiedete una carta acquisti. L’emissione avviene dopo il dovuto accertamento della situazione finanziaria per essere certi di aiutare chi ne ha veramente bisogno.  Gli enti per servizi sociali sono reperibili in base al cantone su Trovare centri di distribuzione Tavolino Magico.